Pur sconfitta, la Platform-Tmc esce a testa altissima dal campo di Collecchio

spagnolo nicola

Nel primo week-end di gioco del campionato di serie A baseball 2024, girone B, ieri sabato 20 aprile, la nostra Platform-Tmc Poviglio è stata sconfitta dal Collecchio.

Le due gare sono terminate a favore della forte ed ambiziosa squadra di casa con il punteggio di 1 a 0 in gara uno e 4 a 3 in gara due. Nonostante l’esito finale negativo, però, la nostra formazione del manager Francesco Marchi è uscita a testa altissima, e fra gli applausi, dal campo della squadra che è ritenuta dagli addetti ai lavori la favorita del girone.

In teoria, per il blasone e l’esperienza di diversi suoi atleti, la formazione parmigiana avrebbe forse potuto prevalere più agevolmente sulla nostra Platform-Tmc, una squadra giovanissima che schierava in campo fra i titolari ben 3 atleti under 18, 2 under 19, un ventiduenne, due ventiquattrenni e, come atleta più esperto fra i titolari, un ventisettenne. Cinque di questi atleti sono cresciuti nel nostro vivaio. Due soli gli atleti stranieri in roster e nessun oriundo. Ebbene, questi ragazzi hanno combattuto come leoni ed alla pari dei loro avversari e con un pizzico di fortuna in più avrebbero potuto vincere.

In gara uno, infatti, nella sconfitta per 1 a 0, la nostra squadra ha battuto più valide (8 contro 5) della sua avversaria che però ha avuto il merito, al terzo inning, di approfittare di un momento di appannamento del nostro bravo lanciatore Luca Capellano. Questi ha infatti purtroppo concesso due basi su ball e la valida che, di fatto, ha poi dato la vittoria al Collecchio. La formazione povigliese, comunque, prima e dopo tale momento, ha avuto in attacco le proprie occasioni per indirizzare la gara a proprio favore ma non ha saputo capitalizzarle. Tutto questo soprattutto grazie alla prestazione difensiva perfetta della squadra avversaria che non ha commesso errori  (1 invece il nostro, comunque indolore) e non ha concesso alcuna base su ball con il suo fortissimo lanciatore Diego Fabiani (ex Parma Clima). Buona comunque anche la prova di Luca Capellano (5 riprese lanciate, 1 punto, 5 valide, 4 basi su ball concesse e 4 strike out) e del suo rilievo Burani, salito al 6° inning.

Capellano Luca
Niccolò Burani
Burani Niccolò
Luca Capellano

Quest’ultimo ha lanciato benissimo ed in tre riprese di gioco ha concesso una sola valida e due basi su ball agli avversari. Il resto della nostra formazione ha visto Di Ronza in ricezione (2 su 4 per lui in attacco), Spagnolo in prima (1 battuta valida), Lettieri in seconda, Minari interbase (1bv), Lugli in terza base, Nardi esterno sinistro (1bv), Castillo al centro (2/4), Giovanardi a destra (1bv) con Friggeri battitore designato.  

La formazione della Platform-Tmc di gara due, invece, ha registrato come differenze rispetto a quella di gara uno il posizionamento di Gastaldi in ricezione e lo spostamento di Di Ronza in seconda base. Sul monte, invece, è stato schierato come partente Medina prima che Censi lo rilevasse al nono inning.

Questa gara è stata “memorabile”, con sorpassi e controsorpassi. Solo l’esito finale purtroppo negativo non consentirà di catalogarla come “epica” nella bacheca dei ricordi della nostra associazione.

I nostri ragazzi hanno battuto un po’ meno valide dei loro avversari (9 contro 11), ma tutte di maggiore qualità. La ruota della fortuna, in certi frangenti, ha però premiato la formazione parmigiana, come è successo sulla battuta che le ha dato i due punti del temporaneo pareggio e vantaggio del 6° inning (rimbalzo fasullo della pallina).

di Ronza Claudio
Claudio Di Ronza

La cronaca: la Platform-Tmc passa in vantaggio al 2° per 1 a 0 grazie al tremendo doppio di Spagnolo ed alla valida di Friggeri ma, al cambio di campo, il Collecchio trova subito il pareggio (1-1). Vi riesce con merito grazie a due valide ed un colpito concessi da un Medina, in quel momento non perfetto come suo solito.

Nell’inning successivo, però, la formazione di Mr. Marchi riesce a riportarsi subito avanti (2-1) con Minari, autore di una valida e poi spinto sulle basi ed infine a punto dalle battute di Nardi e del solito Spagnolo. Tutto questo, nonostante il fatto che i nostri battitori avessero di fronte a loro come avversario il pitcher cubano Gongora, uno dei migliori e dominati (al pari di Medina) atleti del campionato cubano. Questi chiuderà la sua (comunque ottima) gara con ben 12 strike out all’attivo in 8 riprese, ma anche 8 valide concesse, prima di essere rilevato da Bertolini e Guerra.

Grazie ai lanci di Medina (da un lato) e Gongora (dall’altro) e grazie a difese quasi perfette (1 errore per parte in tutta la gara), il risultato è poi rimasto inchiodato sul 2 a 1 per la Platform sino alla sesta ripresa nella quale il Collecchio ha avuto il grosso merito di ottenere 3 valide consecutive e poi, con due out, di trovare la un pò fortunata valida che le ha dato i punti del controsorpasso (3 a 2).

Nell’inning successivo, però, una Platform mai doma a dispetto della sua giovane età, raggiunge subito il pareggio. Vi riesce con Castillo che dopo una propria battuta valida avanza in terza base su errore della difesa e poi viene spinto a casa da un magistrale gioco spremuto di Friggeri (3 a 3). Con due corridori in base, però,  la Platform-Tmc non è fortunata perchè la bella battuta di Lugli viene intercettata dalla difesa avversaria che completa un difficile doppio gioco. Anche in questa occasione è mancato alla Platform un pizzico di fortuna, anche se bisogna dare il giusto merito agli avversari che nell’occasione sono stati impeccabili.

Si arriva così alla seconda parte del nono inning nel quale, purtroppo, con due out al passivo, il Collecchio confeziona il punto del sorpasso e della vittoria finale con una valida, una rubata, una smorzata di sacrificio ed un lancio pazzo, quando orami sembra possibile dover ricorrere al tie-break.

inno
il momento dell’inno di Mameli

Nelle due gare, il più esperto Collecchio non ha assolutamente rubato nulla e si è dimostrato più cinico; se la vittoria avesse però viceversa arriso alla nostra formazione nessuno avrebbe potuto assolutamente gridare allo scandalo. Nonostante non abbia raccolto niente in termini di classifica, la nostra Platform-Tmc può dirsi però molto soddisfatta della sua prestazione e guardare al futuro con grande ottimismo, sempre mantenendo come obiettivo quello imprescindibile della salvezza.

Domenica prossima la formazione del nostro presidente Andrea Giovanardi riceverà a Poviglio la visita del Verona.             

Immagini correlate: