La Platform-Tmc si rafforza con il tesseramento dell’olandese RUDY EDWARD VAN HEYDOORN

image_pdfimage_print

Grande colpo di mercato per la nostra Platform-Tmc di Serie A. La nostra società ha infatti ingaggiato l’atleta Rudy Edward Van Heydoorn, nato nel 1989 in Repubblica Dominicana ma residente a Curacao nelle Antille Olandesi ed avente passaporto Olandese (per la precisione dei Paesi Bassi).

Questo portentoso e potentissimo atleta che misura 1,95 metri di altezza, ha iniziato la carriera professionistica in Rookie League nel 2007 con l’organizzazione dei Seattle Mariners con i quali arriva fino in singolo A. Nel 2012 passa nella Hoofdklasse olandese con Amsterdam e nel 2013 si trasferisce al Neptunus Rotterdam in una stagione con 7 fuoricampo all’attivo.

Per Rudy arriva anche la nazionale olandese. Con la casacca orange disputa un campionato Europeo, un Haarlem Week e un World Port Tournament.

Nel 2014, dopo il fallimento della sua società di club olandese, Van Heydoorn approda in Italia ingaggiato dal Collecchio, in A Federale, per poi indossare nel 2016 e 2017 anche la casacca del Verona. In queste sue esperienze italiane il giocatore Olandese si è dimostrato essere un battitore così forte (mb 349, 337 e 372) al punto da costringere i tecnici delle squadre avversarie a concedergli molto spesso la base gratuita intenzionale. La contromossa del suo manager è stata talvolta addirittura quella di inserirlo come primo battitore del line-up.

Nel Collecchio è stato compagno di squadra dell’atleta e coach della Platform-Tmc Davide Zanchelli, con il quale è sempre rimasto in contatto e che ha favorito con il suo operato questa importante operazione di mercato.

Chiusa la parentesi italiana, Van Heydoorn si trasferisce nel 2018 in Giappone, paese nel quale si gioca un baseball professionistico di altissimo livello, ingaggiato in dai Pirates Ehime Manadrin nella Shikoku Island Independent League. Gli ottimi numeri gli valgono il passaggio dal 2020 nella BC League, la lega indipendente di maggior livello in Giappone. In cinque stagioni in Oriente vince tre titoli, due con i Pirates nella Shikoku Island League e uno nella BC League con la squadra di Nagano nel 2020, aggiudicandosi anche il suo secondo premio come MVP in Giappone. Nel 2021, ancora a Nagano, chiude stagione con 8 fuoricampo che portano a 35 il numero totale degli homerun nel paese del Sol Levante.

ven heydoorn giappone

Nella primavera di quest’anno si trasferisce al Nettuno che la ho presentato ai tifosi ed alla stampa locale e nazionale con la grande enfasi che merita questo formidabile atleta. Purtroppo, però, sono insorti alcuni dissapori fra la società e l’atleta che ne hanno condizionato il negativo il rendimento sul campo e che hanno poi portato alla risoluzione consensuale anticipata del contratto.

ven heydoorn nettuno

Venuta a conoscenza di questa situazione, la nostra società ne ha subito approfittato poiché era già alla ricerca di un nuovo atleta da inserire nel proprio line-up per migliorarlo. Si è voluto anche cercare, almeno in parte, di sopperire all’incredibile numero di 7/8 atleti infortunati ed indisponibili che si contavano dopo la gara di recupero con l’Oltretorrente della settimana scorsa. Alcuni di loro, in questo momento, sono per fortuna ormi quasi pronti al rientro ma per altri c’è purtroppo ancora da attendere un po’ di tempo.  L’arrivo di un nuovo giocatore, tra l’altro di questa caratura, fornisce ora alla squadra una indubbia boccata d’ossigeno ed anche una spinta psicologica per iniziare con il piede giusto la fase due del campionato.

Prima di ingaggiare il nuovo atleta, arrivato con la formula del prestito dal Nettuno sino a fine stagione, la dirigenza ha chiesto ed ottenuto da fonti attendibili le opportune garanzie sullo stato di salute, di forma fisica e motivazionali dell’atleta olandese.

In difesa, il manager Francesco Marchi potrà impiegarlo nel suo ruolo principale di ricevitore oppure di prima base o in terza base, secondo esigenza. In attacco, invece, occuperà quasi certamente la quarta posizione de line up, quella destinata al cosiddetto “cleanup hitter”, il battitore più potente della squadra che ha il compito di spingere a punto i suoi compagni possibilmente con lunghe battute da extrabase. Con lui la potenza e la profondità del nostro line up crescerà sensibilmente.

Avendo passaporto comunitario, questo ragazzo potrà scendere in campo in entrambe le partite di ciascun week-end e non ostacolerà dal punto di vista regolamentare il contemporaneo utilizzo degli atleti stranieri, invece extracomunitari, già presenti nell’organico della Platform-Tmc (Medina Almora e Castillo, con due soli di loro contemporaneamente schierabili in campo).

Rudy farà il suo esordio già questa domenica allorchè la nostra Platform-Tmc affronterà il Brescia sul campo di via Gruara ore 11 e 15,30 nella prime due gare della Fase 2 di questo campionato denominata “Poule salvezza”.