Emergenza Coronavirus: Stop a tutte le attività (allenamenti compresi) sino al 4/4, prima gara del campionato di Serie B il 19/4

image_pdfimage_print

Dopo aver bloccato cautelativamente le proprie attività giovanili già da un paio di settimane, da ieri la nostra Associazione ha sospeso anche gli allenamenti e le gare amichevoli della formazione di Serie B.

Lo ha fatto in ottemperanza alle disposizioni della Federazione italiana Baseball Softball conseguenti alle normative del Governo Italiano previste per il contenimento del Coronavirus.

Clicca nei link sottostanti per leggere il testo delle disposizioni della FIBS.

Coronavirus: le disposizioni della FIBS per l’attività sportiva a seguito del DPCM
Il messaggio al movimento del Presidente Marcon dopo il decreto 8 marzo
Coronavirus: le nuove disposizioni per lo sport dopo il DPCM 8 marzo

In estrema sintesi, tutte le attività sportive (allenamenti, gare, partecipazione a Tornei, Selezioni eccetera) sono ora vietate sino al 4 aprile (salvo rare eccezioni spiegate nelle disposizioni ma di impossibile attuazione per la nostra ASD). Dal 5/4 sarà invece possibile allenarsi e disputare gare amichevoli, ma solo dal week-end del 18-19 aprile sarà possibile disputare la prima gara del campionato di Serie B.

Di conseguenza, le due gare del 5/4 fra la nostra squadra ed il T-Rex Pastrengo, ex prima e seconda giornata del campionato, sono state rinviata a data da destinarsi. Le successiva gare del 19 aprile contro il San Lazzaro in trasferta (ex terza e quarta giornata) sono di fatto diventate quelle d’esordio per i nostri ragazzi del manager Marchi.

Il 5 aprile, la nostra squadra disputerà però un doppio incontro amichevole a Reggio Emilia per non arrivare al campionato senza aver disputato nemmeno una gara preparatoria.

Per quanto riguarda le formazioni giovanili, i calendari erano già stati preparati in bozza ma tutti quanti prevedevano l’inizio delle gare per i primi di aprile. E’ ora necessario rivederli. Il delegato della zona Emilia-Ovest della FIBS, Sig. Luigi Bedodi, sta attendendo disposizioni della Federazione di Roma. Il grosso problema sarà quello di far coincidere le direttive Federali che prevedono di dover giocare un numero minimo di gare, quella di farlo entro fine giugno (per avere subito l’elenco delle finaliste per organizzare le finali Nazionali di settembre e consentire alle famiglie la massima libertà nella programmazione delle proprie ferie) ed ovviamente quelle delle esigenze delle società e delle famiglie per riuscire a disputare diverse gare infrasettimanali. Vi terremo informati.