Storia della Poviglio Baseball

image_pdfimage_print

LA PRIMA SQUADRA

1976 serie CLa Storica formazione del 1° Campionato Ufficiale povigliese (Serie “C” anno 1976) In alto da sinistra: Monica Raffaele, Ravacchia Lorenzo, Venanzi Fausto, Melloni Enzo, Tagliani Mario, Ravacchia Renzo (dirigente), Porpora Elio, Giaroli Lorenzo, Gualerzi Giovanni (manager-giocatore) In basso da sinistra: Ravacchia Roberto (bat-boy), Sartori Paolo, Bernardi Roberto, Cantoni Sandro, Monica Paolo, Casoni Giuseppe, Onfiani Victor e Malnati Federico.

NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA SOCIETA’

Il primo approccio di Poviglio con il baseball risale all’estate del 1975 allorché i Signori Giuseppe Casoni e Lorenzo Ravacchia, assistono ad alcuni incontri della mitica formazione “Bernazzoli” allo stadio Europeo di Parma. Essi rimangono così favorevolmente impressionati dall’indubbia spettacolarità e dall’originalità dello sport che decidono di provarlo immediatamente coinvolgendo, durante il campeggio estivo parrocchiale, anche gli amici. Tutti ne rimangono entusiasti cosicché il gruppo decide immediatamente di costituire una squadra e di partecipare al campionato dell’anno seguente.

Il 22/8/1975 è così costituita la sezione BASEBALL della polisportiva US AUDAX con sede in via D.P. Borghi 1. E’ eletto Presidente il Sig. Monica Albertino cui succederanno nel corso degli anni i signori Franco Gualdi, Stefano Campanini (dal 1993 al 2000) e Stefano Friggeri.

us audax baseball col 1986 900X500

Nel 1993, dopo una decina d’anni d’autogestione organizzativa e d’autonomia finanziaria, di comune accordo con la Polisportiva capogruppo, la sezione baseball diviene autonoma anche formalmente assumendo la denominazione “POVIGLIO BASEBALL CLUB”.

Nel novembre del 2005 la ragione sociale viene variata in “POVIGLIO BASEBALL A.S.D.” (in adeguamento ad esigenze normative legate alla disciplina delle “Associazioni Sportive Dilettantistiche”).

 

LA PRIMA PARTITA DISPUTATA

Nel settembre del 1975 è disputata la prima partita amichevole su un terreno di via D.P. Borghi. L’avversaria è il “Ciack” di Reggio Emilia. Compongono la formazione i citati promotori Casoni e Ravacchia ed i signori Victor Onfiani, Enzo Melloni, Paolo Monica (primo lanciatore), Paolo Pessina, Emilio Chiesi, Raffaele Monica, Paolo Sartori ed un ragazzo di sedici anni di nome Fausto Venanzi. Quest’ultimo, allora schierato nel ruolo d’esterno, è l’unico superstite di quel gruppo ed attualmente svolge i compiti di dirigente e tecnico della formazione Cadetti dopo aver volontariamente lasciato la guida della prima squadra al termine della stagione 2011.

 

CAMPI DI GIOCO

Il primo campionato è disputato nel 1976 sul campo di Villa Cade’ (RE), mentre per gli allenamenti è contemporaneamente utilizzato il campo di calcio Parrocchiale.
Nel 1977 l’Amministrazione Comunale mette a disposizione della società un terreno in via Gruara sul quale sono disputati tutti i campionati dal 1977 al 1983 e dal 1996 ad oggi (dopo la sua ristrutturazione ad opera della società). Tra il 1988 ed il 1994, causa inadeguatezza della struttura, la prima squadra ha invece disputato i propri campionati sugli impianti di Brescello (dal 1984 al 1986), Sorbolo (dal 1987 al 1992) ed infine di Reggio Emilia (dal 1993 al 1995). Contemporaneamente il campo di via Gruara è utilizzato solo dalle formazioni giovanili e per alcuni allenamenti della prima squadra. Nel 2006 l’Amministrazione comunale dota la la struttura di nuovi e funzionali spogliatoi in muratura. 

1985 serie CLa formazione “LA FALCO” del 1985. Da sinistra in alto: Campanini Stefano. (dirigente e classificatore), Venanzi Fausto. Reverberi Massimo, Copelli Paolo, Iemmi Lucio, Avanzini Davide, Friggeri Stefano, X, Morini Costantino, Sabatini Marco, Filippin Giuliano, Casoni Giuseppe, Carnevali Paolo, Onfiani Victor e Minari Francesco.         

 

GLI SPONSOR

Il primo sponsor che collabora con l’US AUDAX BASEBALL è stato, curiosamente, il negozio “PIERINO SCARPE DA BAMBINO” di Reggio Emilia che ha fornito alla società povigliese del materiale sportivo precedentemente destinato ad una compagine reggiana rinunciataria al campionato.

1977 venanzi fausto 900x500

Fausto Venanzi a villa Cadè nel 1977 con la casacca “PIERINO”, il nostro primo sponsor.

Negli anni seguenti, senza continuità, sono poi stipulate convenzioni con “la ditta “LA FALCO S.n.c.” del Sig. Enzo Giuberti (attuale dirigente), con “LA COMPAGNIA DELLA PELLICCIA” del Sig. Riccardo Lambruschi (nel 1988), con la “CTA AUTOTRASPORTI” di Campegine (nel 1989, primo vero sponsor secondo la moderna accezione).

1989 serie C2 - CTA AUTOTRASPORTI

La formazione “C.T.A” del 1989. Da sinistra in alto: Campanini Stefano (dirigente), Bernardi Roberto (coach), Sassi Davide, Zavaglia Nicola, Avanzini Davide (manager), Friggeri Stefano, Minari Francesco, Venanzi Fausto (coach-giocatore) e Vecchi Adolfo. In basso da sx: Panciroli Antonio, Papani Gilberto, Artoni Stefano, Cantoni Gianluca, Sabatini Marco, Onfiani Victor, Prati Antonio, Borghi Corrado e Casoni Giuseppe (coach-giocatore).

Sempre considerando la sola prima squadra, si prosegue, con lo “SCATOLIFICIO GABO S.n.c.” (dal 1990 al 1993), con la “HEILA GRU S.r.l.” (dal 1994 al 2001), con la “S3 SONCINI” (2002 e 2003), con la “DISPLAY ITALIA Srl” (dal 2004 al 2006), con la “T.M.C. Srl” (nel 2007 e 2008), poi di nuovo con la “HEILA CRANES” (dal 2009 al 2014) ed infine con la “PLATFORM BASKET” (dal 2015 e attualmente). Diverse altre aziende ci hanno supportati in passato ed altre lo stanno facendo tuttora. Tra queste, per la storicità dei rapporti, meritano una citazione particolare la “LINEA CERAMICHE DI DELPRATO E VENANZI”, la “BF INTERNATIONAL”, la “SALVARANI Srl, la “IMPRESA EDILE TAGLIAVINI” e la ALUMEK di Saccani Mauro. 

2002 serie A2 - S3 SONCINI

La formazione “S3 SONCINI” di serie A2 del 2002. Prima fila in alto, da sinistra: Friggeri Stefano (dir), Olmi Stefano, Casoli Lorenzo, Delsante Diego, Berciga Giovanni, Coppola Adolfo Daniel, Severi Domenico (coach). Seconda fila: Remondini Claudio, Marchi Francesco, Giovanardi Andrea, Francois Mois Manuel Antonio, Reverberi Massimo, Vecchi Adolfo, Ghirardi Daniele e Venanzi Fausto (man). Terza fila: Escudero Rodriguez Jesus (coach), Ghiretti Manolo, Sacchi Alessandro, Bocelli Franco, Grossi Franco, Forlani Mattia, Bolzoni Stefano e Sanfelici Andrea.

Clicca qui per vedere le foto di tutte le squadre Senior dal 1976 ad oggi.

 

CAMPIONATI DISPUTATI E RISULTATI SPORTIVI OTTENUTI DALLA SQUADRA SENIORES

I risultati sportivi, grazie soprattutto alla guida tecnica del parmigiano Giovanni Gualerzi (primo allenatore), in precedenza ottimo giocatore nella “TANARA”, sono da subito discreti. Nel 1977, infatti, la squadra sfiora la promozione in serie B giungendo seconda alle spalle della società “LA TORRE” di Reggio Emilia. Nei dieci anni seguenti, però, la mancanza di mezzi economici e di personale direttivo e soprattutto la presenza di un indirizzo societario rivolto ad un’attività di tipo ricreativo-amatoriale piuttosto che agonistico-competitiva, di fatto impediscono il raggiungimento di risultati sportivi rilevanti.

1988 venanzi e prati 900x500

Nell’azione di gioco (del 1988, campo di Sorbolo) sono impegnati Venanzi Fausto (lanciatore), Prati Antonio (ricevitore), Massimo Reverberi (interbase) e Davide Avanzini (esterno centro), oltre al Sig. Dragone della formazione ospite RED DEVILS di Piacenza (battitore) ed al direttore di gara.

 

Dal 1985, però, avviene una svolta. Un nuovo gruppo dirigenziale, con l’attuale segretario Stefano Campanini (allora classificatore) nel ruolo di coordinatore, entra a far parte della sezione baseball e quest’ultima inizia gradatamente ad assumere, rispetto alla polisportiva, un’autonomia decisionale (ed in seguito anche economica) sempre più marcata ed a fissare per se obiettivi sportivi maggiormente ambiziosi.

1989 premiazione marina di ravenna

Prati Antonio, Sabatini Marco, Vecchi Adolfo e Venanzi Fausto con i premi meritati al memorial “Massimo Bedeschi” (Marina di Ravenna 1989).

 

Contemporaneamente, la prima squadra è rafforzata con l’inserimento di giovani, validi e motivati atleti provenienti sia dalle formazioni giovanili (tra i quali Antonio Prati, Claudio Brighenti, Marco Sabatini e Vecchi Adolfo, con gli ultimi due ancora con noi), sia dal disciolto “BRESCELLO BC” (tra cui il compianto Davide Avanzini, Francesco Benatti e l’attuale nostro Presidente Stefano Friggeri) sia infine in prestito dalla società “BASEBALL REGGIO” (tra cui Massimo Reverberi). Del gruppo storico, in quell’occasione, rimangono solo Casoni, Onfiani e Venanzi.

Nel 1990 dopo quattro anni di secondi posti consecutivi in campionato, avviene la prima importante affermazione sportiva. La squadra, targata “SCATOLIFICIO GABO” e guidata da Davide Avanzini (manager) e Fausto Venanzi (coach), infatti, dapprima vince il girone dopo un emozionante spareggio a tre con le formazioni del “COLORNO” e degli “SPEED FOX” di Sala Baganza ed in seguito si impone anche nei play-off contro i “DOLPHINS” di Chiavari sul campo neutro d’Alessandria.

1990 promozione

Alessandria 1990: la “GABO” festeggia la promozione in serie C1 con lancio di cappellini, guantoni ed attrezzatura da ricevitore. Da sinistra riconosciamo Massimo Reverberi, Marco Sabatini, Fausto Venanzi, Nicola Zavaglia, Luca Lusoli, Antonio Prati e Vecchi Adolfo.

 

Nel ‘92 la squadra evita di un soffio la retrocessione sconfiggendo a Castenaso la “BC SANMARINESE” in un drammatico spareggio salvezza. Nel ‘94, al primo anno di sponsorizzazione HEILA GRU, al termine di un campionato esaltante (chiuso con una sola sconfitta), la squadra ottiene la promozione in serie B grazie anche alla meravigliosa stagione di un giovane lanciatore, il ventenne Andrea Giovanardi (attuale “manager” della formazione di serie B).

Nel ‘95, al posto del campionato di serie B (rinunciato per l’assenza di un campo di gioco regolamentare e degli atleti under obbligatorimente da schierare), la società decide di accettare le richieste dell’AS REGGIANA BASEBALL e di gestire organizzativamente e decisionalmente alla pari con essa (ma con denominazione “REGGIANA” e sul campo di Reggio Emilia) il campionato di serie A2, poi brillantemente concluso in terza posizione.

Nel ‘96, ottenuta dall’Amministrazione Comunale la disponibilità del terreno su cui costruire l’attuale impianto, società ed atleti decidono di rinunciare al prestigioso campionato di serie A2 in collaborazione con la società di Reggio Emilia per dedicare tempo e risorse finanziarie a sviluppare al meglio tale iniziativa. Contestualmente, si decide di iscrivere la squadra povigliese al campionato di serie C2, poi vinto senza problemi.

inaugurazione campo taglio nastro

Inaugurazione del nuovo diamante di Via Gruara (1997): il taglio del nastro da parte del Sindaco, Sig. Gianni Grassi, e del Vice Sindaco, Sig. Carpi Stefano.

 

L’anno seguente (1997), al momento ricordato come il più esaltante della nostra storia, si ottiene la promozione in serie B e la vittoria della Coppa Italia di serie C.

premiazione coppa italia

Premiazioni Coppa Italia 1997: La consegna del Trofeo da parte del Sig. Gian Luigi Prati della FIBS al manager Venanzi Fausto. Sono anche presenti il coach Minari Francesco, Benzi Enzo (giudice sportivo della F.I.B.S.) ed il nostro dirigente Gianotti Vannes.

 1997 serie c1 premiata 900x500

L’HEILA GRU del 1997 con il Trofeo della coppa Italia di serie C. Da sx prima fila in alto: Vecchi Adolfo, Avanzini Davide, Minari Francesco (coach), Venanzi Fausto (manager), Friggeri Stefano (attuale Presidente), Del Sante Diego, Reverberi Massimo, Gianotti Daniele e Benatti Francesco. Seconda fila: Prati Antonio, Sabatini Marco. Bocelli Franco, Di Tella Giuseppe, Salardi Luca (attuale capitano della formazione di serie B) e Grossi Franco.

 

Nelle stagioni agonistiche 1998-2001 la squadra partecipa con ottimi risultati alla serie B e tranne che nel meno brillante campionato 1999, sfiora sempre l’accesso ai play-off promozione in serie A2 classificandosi purtroppo solo seconda nel proprio girone.

Nel 2002 la squadra partecipa alla serie A2 per effetto di un ripescaggio dalla serie B. Si verificò infatti che ad un paio di settimane dall’inizio del campionato, la Federazione ci chiese di sostituire in serie A2 il MODENA BC il quale sostituì a sua volta in serie A1 il rinunciatario CASERTA. La nostra società, con entusiasmo ed un pizzico forse di spregiudicatezza per le problematiche che avrebbe dovuto affrontare (maggiori costi non coperti dal budget del momento ed organico allestito per affrontare un campionato di serie B) decise in poche concitate ore di tempo di raccogliere la sfida. I risultati le diedero ragione e, grazie ad un entusiasmo ed un impegno incredibili da parte di tutti, la squadra si classificò in sesta posizione e si meritò quindi senza affanni la permanenza nella categoria anche nella stagione successiva.

Il campionato 2003 iniziò con il medesimo entusiasmo ma, nonostante la società fosse convinta di aver allestito una squadra più che competitiva di quella precedente, l’inizio di stagione fu pessimo e neppure il successivo rafforzamento della squadra mediante l’innesto di tre nuovi atleti oriundi ed un sensibile miglioramento di rendimento di quasi tutti gli elementi consentì alla squadra di raggiungere la auspicata salvezza. Fu un anno veramente difficile e sfortunato.

Nel 2004 la prima squadra disputò quindi la serie B. Per cercare di ritornare subito un serie A2, la società allestì una squadra eccezionale, completa e forte in ogni reparto. Essa fu affidata alle cure del manager Francesco Marchi che aveva sostituito il dimissionario Fausto Venanzi a metà della precedente stagione 2002. Come da pronostico, nonostante una lunghissima serie di infortuni che ne limitò inizialmente il rendimento, i ragazzi ottennero la promozione in serie A2 al termine di un play offs in cinque partite con il Ponte di Piave. Contemporaneamente, la seconda formazione seniores della società, guidata dal manager Vecchi Adolfo, disputava un eccellente campionato (con una sola sconfitta al passivo in stagione regolare) ma perdeva a S.Giovanni in Persiceto lo spareggio dei play offs per la promozione dalla serie C2 alla serie C1.

Nell’inverno 2004, però, la società fece una serie di valutazioni, prima di tutte di tipo economico, e si rese conto che sarebbe stato preferibile non partecipare alla serie A2 2005 appena rinconquistata. Decise così di scambiare i diritti sportivi con il Sanremo Baseball e di iscriversi nuovamente alla serie B con una formazione composta da alcuni atleti esperti e dal blocco dei giovani atleti della ex serie C2.

Dopo alcuni anni disputati in serie B, durante i quali la squadra ha sempre giocato ad alti livelli ed anche disputato, perdendoli i play offs promozione nel 2005 e 2006, nell’inverno del 2009 si è presentata la possibilità di un ripescaggio alla serie A Federale (ex serie A2) per la stagione 2010. Pur conscia delle difficoltà che avrebbe incontrato, la società ha deciso con entusiasmo di accettare la proposta della Federazione e quindi di iscriversi alla seconda categoria di più elevato livello in Italia. La squadra ha disputato un campionato abbastanza positivo raggiungendo la salvezza.

2010 serie A - HEILA

La formazione targata “HEILA” che ha ottenuto la salvezza in serie A federale nel 2010. Prima fila in alto da sx: Zaffarano C., Busi, Gaspari, Salardi, Latte, Flisi, Rossetti E. Seconda fila da sx: Venanzi (manager), Rossetti L., Di Salle, Baroni, Bozzolini, Olivares, Palma, Ferrari Maurizio (titolare HEILA/RGM). Terza fila da sx: Arcolà F., Arcolà C., Zaffarano L., D’Amico, Sorrivi, Tamayo (pitching coach), Severi (coach). Assenti: Avanzini (coach), Escudero (coach), Olmi, Prando, Zambelli.

 

Questo stesso traguardo della salvezza è stato ottenuto anche nel 2011 ma per raggiungerlo è stato necessario disputare e vincere un drammatico spareggio (play-out) con il Collecchio.

11092011110 RIT

La foto ricordo scattata subito dopo la fine dei play out 2011 e che consegnano alla squadra la meritata salvezza in serie A Federale.

 

Durante l’inverno 2011, però, di fatto per non compromettere la stessa esistenza la società, la dirigenza è stata costretta a prendere la dolorosa ma indispensabile decisione di rinunciare alla categoria “Serie A Federale” per iscriversi alla meno costosa categoria inferiore “Serie B Federale”. Tutto questo a seguito delle sopravvenute problematiche finanziarie legate alla crisi economica in atto che ha determinato un consistente calo delle entrate pubblicitarie e di sponsorizzazione. In tale occasione, la squadra è stata sensibilmente ringiovanita con l’innesto di tanti bravi atleti usciti dal vivaio che hanno sostituito dei più esperti atleti semiprofessionisti di scuola e/o provenienza per lo più straniera indispensabili per la disputa del campionato di serie A. Nonostante questo, i campionati disputati dopo il 2011 sono stati ugualmente molto stimolanti per la presenza in squadra di tantissimi bravi atleti giovani usciti dal nostro vivaio. La squadra è anche riuscita a disputare eccellenti campionati rischiando addirittura di raggiungere i play offs nel 2013 ed arrivando nello stesso anno addirittura a disputare (ma purtroppo perdere) in semifinale nella Coppa Italia di Serie B.

Questa manifestazione, è importante ricordarlo, è stata organizzata dalla nostra società sul nostro impianto in modo impeccabile, come riconosciuto dagli organi federali e dalle altre formazioni partecipanti. Di seguito vi proponiamo il logo (da noi realizzato) di tale manifestazione.

LOGO-COPPA-ITALIA-2013-grande1

Anche nel 2014 la squadra ha ottenuto ottimi risultati e nel 2015 ha addirittura sfiorato la vittoria del girone e quindi la partecipazione ai play offs promozione guidando la classifica per tre quarti del campionato ma facendosi poi superare dai Dynos Verona all’ultima decisiva gara. Peccato solo per la lunga serie di infortuni di diversi nostri atleti che ha consentito ai nostri bravi avversari di recuperare terreno. Nonostante questo, nell’ultima gara disputata a Verona e giocata dai nostri ancora in situazione di emergenza, la nostra squadra ha dapprima raggiunto quasi miracolosamente, un cospicuo vantaggio di 7 a 1 ma poi lo ha dilapidato nell’ultimo inning per propri errori ed un po’ di sfortuna. La gara è poi terminata per 8 a 7 a favore dei nostri avversari veronesi che ci hanno anche superati in classifica. I Dynos hanno poi rinunciato a disputare i play offs e la nostra Associazione avrebbe potuto partecipare quale seconda classificata ma, nonostante si ritenesse tecnicamente all’altezza della situazione e forse addirittura favorita sull’avversaria che avrebbe incontrato (Cagliari), vi ha rinunciato. Lo ha fatto per ragioni prevalentemente economiche perché la trasferta di Cagliari sarebbe costata migliaia di euro e sopratutto non vi era certezza della copertura economica per la successiva stagione di serie A Federale. Hanno però contribuito a questa decisione anche valutazioni “strategiche”, legate al fatto che la squadra non era ritenuta ancora pronta per il salto di categoria.

Molto positiva è stata anche la stagione 2016 nella quale la squadra è giunta seconda in campionato alle spalle del Minerbio e davanti alla Crocetta Parma. Ed è stata eliminata solo ai quarti di finale della Coppa Italia, tutto questo lanciando in prima squadra due atleti quindicenni di grande talento e futuro: Minari Alexandro e Baldi Michael. Ancora meglio ha fatto nel 2017 vincendo il girone ma perdendo purtroppo i successivi play offs promozione contro il Bolzano (1-3 la serie).

Serie B 2017 “PLATFORM BASKET”. Prima fila in alto da sinistra: D’Amico Nelson Enrique, Rossetti De Amici Leonardo (manager), Marconi Jacopo, Minari Alexandro, Alfieri Kevin, Caprara Gomez Gian Carlo, Singh Jashandip, Latte Jesus Armando, Madera Hernandez Abel (coach), Guareschi Thomas e De la Rosa Ramirez Eddison Osiris. Fila in basso da sinistra: Campanini Nicolò, Hechavarria Perez Angel Manuel (coach), Baldi Michael, Onceanu Daniel, Bhatia Sagar, Coorsino Marco, Yabre Boubakar e De Ra Rosa Ramirez Elio Rodolfo.

 

Nel 2018, invece, occorre purtroppo registrare la retrocessione in serie C della squadra maggiore per una serie di eventi negativi principalmente legati a problematiche finanziarie che hanno consentito di completare il suo roster solo verso metà stagione, quando però lo svantaggio accumulato in classifica era ormai troppo ampio per poter essere colmato, Sarebbe servito un miracolo sportivo che però non è purtroppo avvenuto. Per fortuna, ma anche per merito (sono stati considerati parametri oggettivi), durante l’inverno la FIBS ha poi accettato la domanda di ripescaggio e nel 2019 la nostra prima squadra Seniores si è potuta iscrivere nuovamente alla Serie B.

 

Nel 2019, con il medesimo roster con il quale aveva terminato il campionato precedente con una retrocessione (tranne che in un unico elemento sostituito per sua scelta), la nostra formazione ha addirittura lottato per conquistare i play offs per circadue terzi della stagione. Nell’ultima parte del campionato, però, ha avuto un calo di rendimento mentre le sue avversarie più attrezzate ed ambiziose hanno al contrario migliorato il proprio. La formazione del manager Escudero si è così dovuta accontentare di una comunque soddisfacente posizione centrale nella classifica finale, dimostrando così anche l’eccezionalità in negativo dell’annata precedente.

 

 

 


 

 

 

 

Serie B 2019: Prima fila in alto da sinistra: Madera Hernandez Abel (coach), Campanini Nicolò, Marconi Jacopo, Singh Jashandip, Arcolà Francesco, Baez Joel Ernesto, Latte Jesus Armando, Escudero Rodriguez Jesus (manager), Campanini Stefano (dir. e class.). Seconda fila in basso da sinistra (seduti): Rivera yormi, Onceanu Daniel, Guareschi Thomas, Minari Alexandro, Singh Rahuldeep, Bhatia Sagar, Bonifacio Ruwensly Rudmiro Eleuterio, Burani Niccolò, Marmo Francesco. Assenti: Caprara Gian Carlo,Giovanardi Andrea(coach e Presidente), Lettieri Bruno  (dir. E class.), Lusoli Alessandro, Rossetti De Amici Leonardo (coach e dir.), Salardi Luca (coach) e Zaffarano Claudio (dir.)

 

 

 

CAMPIONATI GIOVANILI DISPUTATI

La prima formazione giovanile fu allestita già nel 1976. Qualche anno più tardi fu iscritta ai campionati anche una formazione di softball, settore poi dimesso per mancanza di personale tecnico che potesse seguirlo. Dalla stagione 2007 alla 2017 compresa, il settore giovanile del nostro ex Gruppo Sportivo è stato curato dalla Brescello Baseball A.S.D.. Questa società “gemella” era stata costituita nell’inverno del 2006 e successivamente disciolta alla fine del 2017 per ragioni prevalentemente economiche e di efficienza organizzativa ma anche per l’inadeguata collaborazione ricevuta dall’amministrazione Comunale.

 

1978 allievi 900x500

Squadra Allievi 1978. Prima fila in alto, da sinistra: Venanzi Fausto (manager), Spiroux Gianni, Mori Giampietro, Benelli Gianluca, Ravacchia Roberto, De Simoni Luciano, Bernardi Roberto (coach), Ravacchia Renzo (dirigente). Seconda Fila: Gualdi Anselmo, Prati Antonio, Zavaglia Nicola Luciano, Bacchi Marco, Soncini Angelo (coach), Vecchi Adolfo e Ravacchia Pio.

1980 giovanile cadetti 900X500

Una formazione giovanile del 1980. Dall’alto a sx: Bernardi Roberto (coach), Gualdi Anselmo, Ravacchia Pio, Fiaccadori Angelo, Ravacchia Lorenzo (coach), Morini Costantino, Simeoli Gennarino, Ravacchia Renzo (dir), Vecchi Adolfo, Spiroux Silvano, Papani Gilberto, Bonvicini Sandro, Sabatini Marco, Rossi Renato, Carpi Gianpaolo, Cattabiani Vanni, Monica Franco, Zavaglia Nicola, Prati Antonio e Campanini Paolo.

Il maggior numero di formazioni iscritte (Seniores più giovanili) ai campionati si è verificato nel 2001, nel 2015 e nel 2017 con 5. 

 

RISULTATI SPORTIVI OTTENUTI DELLE FORMAZIONI GIOVANILI

I migliori risultati sportivi ottenuti dalle formazioni giovanili targate Poviglio Baseball sono stati l’aggiudicazione di numerosissimi titoli provinciali ma soprattutto è stato l’approdo alle final-four per l’assegnazione del Titolo italiano 2005 con la formazione under 21 della squadra targata Display ed allenata dal manager Leonardo Tamayo. Questa squadra ha dominato il proprio girone, poi ha eliminato nei play offs la Fortitudo Bologna ed il Fano prima di essere però purtroppo sconfitta in semifinale dal Nettuno. 

Eccezionale è stata anche la stagione 2017 della squadra Under 12 targata “Platform” che ha vinto il Torneo di Colorno e l’edizione Emiliano-Romagnola della Winter League, l’importantissima manifestazione giovanile che si svolge in palestra nei mesi invernali, conquistando l’accesso alla fase nazionale e perdendo il titolo soltanto in finale, così come in Coppa Regione FIBS Emilia Romagna. In campionato, vera ciliegina sulla torta, è addirittura arrivata sino alla soglia delle semifinali per il Titolo Italiano ed è stata eliminata solo per effetto di alcuni decimali nella differenza punti.

La mitica formazione Under 12 del 2017

Di rilievo sono anche la piazza d’onore conquistata dalla nostra formazione giovanile CADETTI del 2011 al Torneo Internazionale di Sala Baganza con la denominazione “Poviglio” ed il secondo posto nel “Torneo Regione Emilia Romagna FIBS” del 2014 ad opera della formazione CADETTI allenata da Venanzi Fausto, Severi Domenico e Zavaglia Nicola che è stata sconfitta solo in finale dalla imbattibile Fortitudo Bologna.

SQUADRA PREMIATAIMG_9469 rit rid rid

La formazione Cadetti seconda classificata al Torneo Internazionale di Sala Baganza (PR) del 2011.

 

Con sua e nostra grande soddisfazione, nel 1997, un nostro atleta si è fregiato del titolo di “Campione d’Europa” con la nazionale italiana di categoria Ragazzi. Si tratta del lanciatore brescellese Roberto Zambelli, classe ’85, che ha disputato a Parma i campionati europei. Era la prima volta che un nostro atleta superava tutte le selezioni per una rappresentativa nazionale ed otteneva un risultato così prestigioso.

zambelli roberto in nazionale ragazziRoberto Zambelli con la casacca della Nazionale (campo “Quadrifoglio” di Parma – 1997)

 

altra grande prestazione individuale da sottolineare è quella che ha riguardato il nostro atleta Matteo Friggeri (classe 1997) che dal 2011 al 2014 ha partecipato con le varie selezioni regionali giovanili dell’Emilia Romagna a varie manifestazioni nazionali denominate “EMEA” a carattere dapprima nazionale, poi Europeo ed infine addirittura Mondiale (in forza delle successive vittorie ottenute nei tornei di qualifica) negli stati Uniti. Nel 2012 Friggeri ha anche partecipato con la nazionale italiana al mondiale Under15 giocato a Chihuahua in Messico.

foto_friggeri_emea_storia_2011

Matteo Friggeri con la casacca “EMEA” (2011).

 

E’ però nel 2015 che il nostro Matteo ci ha dato (sinora) la più grande soddisfazione. Il 19 luglio, infatti, si è addirittura laureato “Campione D’Europa” con la Nazionale Italiana di categoria Under 18 e poi, in settembre, ha partecipato anche al Campionato Mondiale di Osaka, sempre da titolare e sfoderando ottime prestazioni.

friggeri matteo card nazionale IMG_1241 verticale

Matteo Friggeri con la casacca della Nazionale e la medaglia di “Campione D’Europa” (2015)

friggeri festeggiato dopo hr IMG_1183 900x500

Matteo Friggeri festeggiato dopo il suo fuoricampo contro la Repubblica Ceca in semifinale al Campionato D’Europa 2015-

 

Il 15 luglio 2017 un altro nostro atleta ci ha regalato un’altra grande soddisfazione: Nicola Spagnolo, classe 2005, atleta della Platform Under 12, si è laureato Campione d’Europa con la Nazionale Italiana di categoria Under 12.

Nicola Spagnolo, Campione d’Europa Under 12 nel 2017.

 

Anche nel 2019 un nostro atleta si è laureato Campione D’Europa con la Nazionale Italiana Under 12 ed ha successivamente partecipato al campionato mondiale a Tanin (Taiwan): si tratta del lanciatore ed utility brescellese, classe 1997, Nicola Cepparulo.

Nicola Cepparulo con la Nazionale Italiana di categoria Under 12: Campione d’Europa 2019 a Trebic (Repubblica Ceca) e partecipante al Campionato Mondiale a Tainin (Taiwan)

 

 

Immagini correlate: